MAMME & BIMBI

La mia esperienza

Menù

IMG_4284
LA GRAVIDANZA
RICETTA - muffin al cioccolato
RICETTA – muffin al cioccolato merenda sana e nutriente per i nostri bimbi
338980_10150414921011489_1164769735_o
IL PARTO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

4060d050-eeeb-4c40-8629-611015f9e9f8
  LUSH E I PRODOTTI ESCLUSIVI PER LA FESTA DEL PAPA’

wp-1462266468107.jpeg
LAVERA LOZIONE DETERGENTE E SHAMPOO, REVIEW

 

 

LA GRAVIDANZA

297054_225952790784554_2973578_n

Il periodo della gravidanza è un momento molto particolare nella vita di ogni donna. Il corpo cambia, i sentimenti cambiano, si hanno spesso sbalzi d’umore, le abitudini di vita cambiano.

IMG_1536 (2)  IMG_1497 (2)

Nel mio caso i mesi di gravidanza sono stati molto sereni, senza particolari problemi: poche nausee, solo nei primi tre mesi, nessuna restrizione alimentare particolare, in quanto immune alla toxoplasmosi, e non troppe voglie. Gli aspetti più noiosi sono stati la grande fame, a volte mi svegliavo anche alle 2 di notte con i crampi allo stomaco dalla fame, e il terribile caldo, infatti ho fatto la maggior parte della gravidanza in estate. Ho risentito molto del gonfiore di piedi e caviglie, non molto invece per il mal di schiena. Gli ultimi due mesi circa di gravidanza facevo un po’ fatica a dormire a causa del grande volume della pancia, nessuna posizione era abbastanza comoda da farmi conciliare il sonno, in più il mio bimbo aveva scambiato la notte per il giorno, pensando bene di fare le sue acrobazie proprio quando io dovevo dormire. Il momento migliore per farsi dei grandi pisolini? La mattina. Per fortuna ai tempi ancora non lavoravo, e mi sono potuta permettere lunghe dormite mattutine.

I momenti più belli?

La prima ecografia, il rumore del battito del piccolo cuore che cresce dentro di te, lo shopping per il piccolino, la preparazione della cameretta e l’amore e le coccole dei tuoi cari.


Lato poco piacevole, difficile da gestire poi dopo il parto, è stato il peso: infatti ho messo su circa 20 kg, un po’ troppi secondo la ginecologa… c’è da dire che non ho partorito proprio un fuscello, bensì un bel bimbo di 3,680 kg…!

Come ho scoperto di essere incinta?

In realtà ci ho messo un bel po’ di tempo a rendermi conto a tutti gli effetti di essere incinta… A volte mi è capitato di vedere il programma tv “non sapevo di essere incinta” e mi chiedevo ma come è possibile? Poi ho scoperto che invece può succedere. Io non mi sono accorta di essere incinta fino al 4 mese. Non avevo preso peso, indossavo gli stessi vestiti di prima, non ero stanca, non avevo fame più del solito. Non avevo un ciclo regolare, ma quello non l’ho mai avuto quindi per me era tutto normale. Poi un giorno mio nonno mi disse: ma non è che sei incinta? E li iniziai a pensare, a ragionare e presi appuntamento con la ginecologa. 

“Signora lei aspetta un bel maschietto!!!”

RICETTA MUFFIN AL CIOCCOLATOMerenda sana e nutriente per i nostri bimbi

IMG_4343

Preparare in casa le merende per i nostri bimbi è sicuramente un buon modo per avere la certezza di quello che gli stiamo dando da mangiare soprattutto se sussistono delle intolleranze alimentari … [ Read More … ]

IL PARTO

E’ proprio vero, quando arriva il momento una mamma lo sa. Il 17 novembre 2011 all’ora di pranzo ho iniziato a sentire dei dolori strani, diversi dal solito, ed ho subito capito che il momento era arrivato. Dopo circa un’ora, tenendo le contrazioni sotto controllo e tenendo quindi il tempo tra l’una e l’altra, ho deciso di recarmi in ospedale, resso la clinica Mangiagalli di Milano. Purtroppo, dato che non mi sono messa ad urlare per il dolore, nessuna delle infermiere credeva che io avessi le contrazioni e volevano ma mandarmi a casa. Ovviamente mi sono rifiutata, così mi hanno mandata a camminare per vedere se questo aiutava la dilatazione. Dopo tre ore sono tornata in ospedale con più dolore ma comunque non tanto da mettermi a strillare, teniamo conto che ho la soglia del dolore abbastanza alta, riesco bene a sopportare. Finalmente vista la mia convinzione mi hanno attaccato alla macchina per controllare le contrazioni e si sono resi conto anche loro che era davvero arrivato il momento e hanno deciso di ricoverami. Non appena sono salita in reparto mi sono andata a cambiare ed ecco che, proprio appena mi ero messa la camicia da notte, mi si rompono le acque. A quel punto sono entrata nel panico, anche perchè mi ero chiusa a chiave nel bagno per vestirmi e dall’ansia non riuscivo ad aprire la porta. Quando sono riuscita ad aprire allora si che ho iniziato ad urlare e chiamare aiuto. Erano le 19.30 del 17 novembre.

Dopo un iniziale desiderio di voler avere un parto naturale senza usare l’epidurale, non appena i dolori, quelli forti, sono arrivati ho cambiato idea e grazie al cielo che esiste l’anestesia.

Alle 2.30 di notte del 18 novembre mi ero completamente dilatata e potevo iniziare a spingere. Tra dolore, stanchezza e fame, e qualche studente di medicina che faceva il giro tra le sale parto ( che vergogna ), alle 3.25, dopo che il medico mi è letteralmente saltato sulla pancia per sbloccare il bambino che non ne voleva sapere di uscire, è nato Giacomo Javier, un bel bimbo di 3,680 Kg per 52,5 cm di lunghezza, perfettamente sano. Prima di vederlo mi è salita l’ansia, pensavo e se si fossero sbagliati ed è femmina? Per fortuna non si erano sbagliati.

338980_10150414921011489_1164769735_o    326426_10150417703261489_715963019_o

C’è stato un attimo di panico, almeno da parte mia, perchè il bambino  non piangeva, ma nulla di grave, stava solo dormendo. Appena preso in braccio, mi è venuto d’istinto di contargli le dita delle mani e dei piedi, e si, era perfetto. Ed è stato subito amore.

 

LUSH E I PRODOTTI ESCLUSIVI PER LA FESTA DEL PAPA’

4060d050-eeeb-4c40-8629-611015f9e9f8

Lush è sempre molto attenta nel creare i prodotti giusti per ogni occasione e non poteva di certo mancare una selezione di prodotti esclusivi per la festa del papà [ Read More … ]

 

 

 

 

MAMME & BIMBI – Lavera lozione detergente e shampoo per bambini , review

image

La scelta del detergente da utilizzare per i nostri bimbi è molto importante, deve essere un prodotto delicato, meglio ancora se con buon inci, e soprattutto che sia pratico, perché si sa ai bimbi piace giocare durante il bagnetto e non aspettare che mamma ci metta le ore per lavarlo
[ Read More … ]